Stontonato a 43 gradi

Diciamocela tutta…ho bisogno di un qualche aggeggio satellitare da attaccare sulle mie cose…alla "007" per intenderci. Cosi so dove si trovano 24 ore su 24, con le loro belle lucine lampeggianti rosse che si muovono su e giù per l'Italia.

Non so…magari scopro anche che lo zaino con il pc del lavoro, tutte le foto, film, musica, chiavi di casa, chiavetta della banca, accessori, roba da mangiare e macchina fotografica si sta facendo per un paio di volte la strada fra l'aeroporto Marconi, il deposito dell'Atc di Bologna e Piazza delle Medaglie d'Oro…magari eh…

E mentre a 43 gradi Celsius (una bazzecola….per un dromedario) vagavo in una Bologna deserta pensavo di essere nel posto sbagliato al momento sbagliato..in una pianura "vuota"…

La voglia di riaprire quel pc domani in un asettico open space ricolmo di gente che non vede l'ora di raccontarsi le proprie giornate di ferie passate troppo freneticamente per via di un sistema che sfuota menti,corpi e intelligenze è pari a zero. Se 10 è il massimo, lo zero è sicuramente ciò che di più basso si possa raggiungere. E' come se fosse una perdita totale di tempo, pagata per giunta. Essere pagato per perdere del tempo, per occuparsi di cose che sono FUTILI e INUTILI, in balia di persone che non si conoscono neanche.

E' un sistema.

Ma saranno sicuramente stati i 43 gradi…………..

Dal Fronte

 

La domanda non è più " Ce l’hai Fb?". Ora è un ordine imperativo "Dammi il tuo indirizzo Fb!". Pena del contrappasso: due occhi che ti guardano come per dire "no dai, questo mi prende per il culo".

A me preoccupa, poi fate vobis.

Il tutto mentre quel "genio"(povero Larry Page..povero Turing…) di Zuckerberg annuncia che FB potrà vendere i dati degli utenti per indagini di mercato.In forma ufficiale. In forma ufficiosa eeeeeehh…

Approfondimento

Io quel peso l’ho stimato…è totalmente nullo.

(Anti)Social – Network

 

Credo che a grandi linee la mia opinione su certi social network sia nota a tanti fra quelli che mi conoscono. Ultimamente sto andando un pò più in profondità. Un fenomeno che rimane per un paio di anni relativamente latente e poi esplode creando una mania solitamente ha un "qualcosa" dietro su cui bisognerebbe fermarsi un attimino a riflettere. Cosi ho navigato un pochetto nei meandri delle magagne del 2.0. Premetto che c’è social network e c’è Social Network. Nel senso, se il 2.0 ci dà ampie possibilità di nuove forme di informazione e comunicazione, non trovo sbagliato approfittarne. Penso ad esempio alla possibilità di condividere Slides e documenti in pdf nell’ambito accademico ad esempio.O anche solo la propria carriera(penso a Scribd, a del.icio.us o a Linkedin). Sono social network che hanno una loro utilità nella new economy(Cottica ci insegna) ma ciò non toglie l’utilità che possono avere anche per l’utente medio. Cosi come altri siti, come Youtube(basti pensare a Travaglio e a come è costretto a dire cose che nessun altro osa dire…attraverso proprio youtube) o come Myspace che consente a piccole band o ad etichette emergenti di trovare un pò di spazio(e infatti Universal ha fatto causa a Myspace).

E se invece ci fosse un sito che risultasse un pò troppo invadente, pur rivelandosi un fenomeno sociale non indifferente?

C’è e si chiama facebook. "si am che palle te con facebook". Si che palle, perchè quando c’è un argomento che mi tocca non lo mollo. Oddio a me facebook mica mi ha fatto niente. Mi dà da pensare, tutto qua. Un social netowrk che ti richiede molti più dati rispetto agli altri.un social network che prova un "particolare interesse" per i tuoi gusti, specialemente in quelli da "homo globalizzatus e consumatorius". un social netowrk che stila un tuo "paniere" personale.Cioè c’era qualcosa che non mi tornava. L’ho trovato in un paio di articoli:

Leggete,se avete voglia, e date un parere. Ora, io faccio una considerazione…su Internet ci sono milioni e milioni di internauti. Fra questi milioni e milioni ci saranno quelli che passano il loro pomeriggio al McDonald e gli opposti,i reduci del Social Forum di Genova 2001, o i reduci dell’Onda(a proposito…e l’Onda?…dov’è…ci sarà una prossima opinione anche su ‘sta cazzata)..non so..come ve/me li immaginate/immagino questi ultimi. Voi forse le solite zecche, con l’eskimo anche a maggio e la kefiah. Io me li immagino come la maggior parte delle persone a cui voglio bene o come la maggior parte dei miei conoscenti.E a tutti loro, a i quali ho già chiesto che utilità abbia FB in veste di programmatore, chiedo…"come ci si rapporta con un sito che estremizza la globalizzazione creando dei profili commerciali al momento della registrazione. come ci si comporta con un sito che ti Vende alle multinazionali rendendoti nè più nè meno che una statistica?"

Regàz, il web ha tante qualità e opportunità..bisogna sfruttarle, e non cadere dentro delle fosse.

Scancellatevi!!!

 

Adios Splinder

Da qualche tempo avevo in testa di cambiare totalmente blog…sarà che Splinder mette troppi limiti alla gestione, sarà che ci son piattaforme più valide che da semplice blog aiutano il proprio spazio a diventare un CMS, sarà che in un periodo dove tutti preferiscono la superficialità di un profilo con 3 foto rispetto a un sito da tenere aggiornato con news di vario genere o sul quale pacioccare un pochino, sarà che non prendevo il PHP in mano da tanto tempo..ma mi era venuta una gran voglia di fare il grande passo. Fatto! Un ringraziamento doveroso a Fullo, Andrea Beggi e Terenzani, per i loro articoli sull’Importer Splinder/Wordpress.

Il sito è in piena costruzione…può darsi che qualche volta sia giù, o che compaia della “strana roba”..tutti lavori per un blog/portale/sito/CMS/porto-di-mare che possa essere utile per qualcosa/qualcuno, il tanto giusto da distrarsi un pò.

Street View

Ennesima chicca di Mamma Google. Dopo la mezza riuscita di Chrome(che è ancora Beta e non si capisce quando dovrebbe diventare ufficiale) e dopo qualche interessante modifica a Google Earth è il turno di Street View, l’applicazione(già soggetta alle critiche dei soliti della privacy) che consente di vedere "virtualmente" una città non più solo dal satellita ma di "entrarci" attraverso la ricostruzione mediante delle fotografie scattate da loro.
Sse vedete una macchina della Google occhio 😀